Share on facebook
Share on whatsapp
Share on email

Gli obiettivi

Il comportamento è concepito come il risultato di fattori continuamente interagenti quali l’eredità genetica, l’effetto degli eventi passati , la situazione in cui si trova l’individuo e la struttura cognitiva; le interazioni organismo-ambiente rafforzano e coordinano gli schemi innati e attraverso precoci forme di apprendimento strutturano comportamenti elementari funzionali e finalizzati alla sopravvivenza e all’adattamento.

Il servizio di Psicoterapia offre uno spazio privilegiato di matrice Cognitivo-Comportamentale integrato, che si configura in letteratura come Gold Standard dei trattamenti per la sofferenza psicologica e della psicopatologia.

Le attività

Le strutture cognitive, una volta che si sono strutturate, concorrono, insieme alle specifiche caratteristiche dell’evento-stimolo e della storia di apprendimento, alla co-determinazione del comportamento agito che a sua volta, determina degli effetti ambientali. Risulta quindi evidente che i processi emotivo-cognitivi, i comportamenti e le contingenze organismo-ambiente si influenzano reciprocamente e quindi costituiscono un sistema a causalità circolare per cui qualsiasi cambiamento in una parte di esso determina analoghi cambiamenti in altre parti.

L’obiettivo fondamentale della psicoterapia cognitivo-comportamentale integrata è quello di determinare un equilibrio e un adattamento della persona nell’ambiente in cui vive e di promuoverne il benessere. L’assunto fondamentale nella psicoterapia cognitivo-comportamentale è che per risolvere problematiche emozionali e psicopatologiche occorre determinare dei cambiamenti attraverso l’attivazione di nuovi processi di apprendimento, la riorganizzazione degli schemi e delle regole cognitive e l’attribuzione di nuove relazioni di significato personale in relazione a sé stessi, agli altri e al mondo. Il modello prevede una chiara distinzione delle diverse fasi del processo e in particolare per l’assessment e per la procedura di intervento. 

L’obiettivo ultimo è quello di incrementare la qualità di vita dei soggetti e di abbassare i livelli di sofferenza, attraverso un processo di cambiamento terapeutico in un clima di reciprocità ed assenza di giudizio.

Potrebbe interessarti anche