Gli obiettivi

Lo sviluppo del bambinə è una progressione armonica di sviluppo cognitivo, interazione, linguaggio e funzione motoria.

Il Terapista della Neuro e Psicomotricità (TNPEE) svolge interventi di prevenzione, valutazione funzionale e riabilitazione. L’intervento è sempre indirizzato alle funzioni emergenti, che si trasformano nel corso dello sviluppo, ostacolato o rallentato dalla presenza di disturbi di tipo neuro e psicomotorio, comunicativo, affettivo e neuropsicologico.

Le attività

La terapia neuropsicomotoria esprime particolare efficacia nella fascia di età 0-3 anni e nell’età pediatrica 4-7 anni, laddove le abilità emergenti non possono essere scisse dalle funzioni esecutive di base (attenzione, percezione, memoria, regolazione affettiva).

In cosa consiste la Terapia Neuro Psicomotoria ad Allenamente? Ad Allenamente la Terapia Neuro Psicomotoria si rivolge a tutti gli studenti ed indaga la funzione motoria attraverso strumenti di valutazione standardizzati e/o criteriali. La valutazione motoria è infatti una valutazione dinamica delle caratteristiche interattive e adattive del comportamento motorio del bambinə.

La peculiarità della Terapia Neuro Psicomotoria implementata dai TNPEE di Allenamente consiste nello scomporre un’abilità complessa, nelle subabilità che la compongono, abilità composite, che vengono insegnate in successione progressiva ed evolutiva. Nello sviluppo della motricità globale, sono contemplate sia le attività motorie a corpo libero che con gli oggetti. 

La motricità globale riguarda tutte le attività dette di movimento mentre la motricità fine implica tutti i movimenti necessari alle attività manuali (che solitamente si svolgono a tavolino o nell’eseguire azioni di vita quotidiana che richiedono concentrazione, precisione e movimenti dissociati). Proprio la motricità fine è essenziale per lo sviluppo della grafomotricità e delle competenze pre accademiche e accademiche.

Lo sviluppo delle abilità di coordinazione si allena fin dalle prime fasi dell’intervento attraverso giochi e materiali che stimolino lo sviluppo integrativo della coordinazione oculo motoria. Queste attività sono svolte a corpo libero, in spazi chiusi o aperti.

Particolare attenzione viene inoltre rivolta all’allenamento delle prassie, ovvero la capacità di rappresentarsi, programmare ed eseguire atti motori in serie, finalizzati ad un preciso scopo. Esse vengono allenate attraverso esercizi a corpo libero o mediante l’utilizzo di appositi materiali.

La terapia si rivolge a bambini e ragazzə con:
  • Ritardo dello sviluppo
  • Disturbi del neuro sviluppo (spettro autistico)
  • Disabilità intellettiva
  • Disturbi della coordinazione motoria
  • Disturbi da deficit di attenzione ed iperattività
  • Disturbi dell’apprendimento
  • Patologie neuro motorie
  • Deficit sensoriali

Incontra gli specialisti

Valentrina Petrini

Terapista della Neuro e psicomotricità dell’età evolutiva – Master ABA

Claudia Poggiolini

Terapista della Neuro e psicomotricità dell’età evolutiva – Master ABA

Antonella Martella

Terapista della Neuro e psicomotricità dell’età evolutiva – Master ABA

Potrebbe interessarti anche